Attualità

Il caso della modicana positiva al Covid-19 su Pomeriggio 5

Sono intervenuti il Sindaco Abbate e il Ministro Provenzano

Il caso della signora affetta da Covid-19 che si è spostata da Pavia fino a Modica, passando dagli aeroporti di Milano, Roma e Catania, è diventato un caso nazionale. Il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, è stato ospite della trasmissione televisiva “Pomeriggio 5” dove ha ricostruito i fatti e scambiato delle opinioni con il Ministro per il Sud, il siciliano Giuseppe Provenzano.

Barbara D’Urso ha dedicato l’apertura della sua trasmissione al caso della modicana 73enne modicana che è riuscita a tornare a casa, senza alcun tipo di controllo, generando un’incontrollata rabbia in città, dopo lo stesso video annuncio fatto da Abbate. Una rabbia che si è trasformata in poco tempo in una assurda caccia alle streghe, caratterizzata da toni per nulla affini alla società civile.

Secondo le ricostruzioni, la donna si è spostata grazie alla compagnia Alitalia che ha operato un volo alle 7 di domenica mattina da Milano a Roma. Dopo lo scalo nella Capitale, alle 9.20 è ripartita verso Catania. Da lì, grazie a un Taxi, ha raggiunto la sua abitazione. Per le sopravvenute complicazioni, la signora è stata ricoverata all’Ospedale Maggiore di Modica ed è attualmente in terapia intensiva.

Sulle condizioni della signora all’arrivo a Modica si è detto tutto ed il contrario di tutto. Nel suo video denuncia, poi diventato virale, il Sindaco Abbate ha ammesso che la donna avrebbe violato la quarantena. Il figlio della signora, intervistato oggi da Canale 74, ha rigettato ogni accusa affermando che la madre non accusava alcun sintomo fino all’arrivo in città. “Più volte le ho consigliato di non partire, visto il periodo, ma lei è voluta tornare a tutti i costi. E non aveva sintomi, come invece è stato detto. Lunedì mattina abbiamo seguito la prassi, inviando una mail alla protezione civile e all’ASP di Ragusa e la registrazione sul sito della Regione. Nel frattempo ha cominciato ad avere questa tosse e il medico al telefono le ha detto che le tracce ematiche nel catarro erano strane e bisognava approfondire. Così è venuto a visitarla a casa”. Sulla gogna mediatica scatenata in rete, il figlio della signora ha risposto dicendo: “Il primo a scatenarla è stato lo stesso Sindaco, in un video pieno di inesattezze. Così è partita la caccia all’untore”. Le condizioni della donna sono critiche, ma attualmente stabili.

Segui gli aggiornamenti in diretta sul Coronavirus a Ragusa >>

Sorgente
Il video completo di Pomeriggio 5
Città

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close